Phishing: Invieresti mai i tuoi documenti d’identità a uno sconosciuto?

Phishing: Invieresti mai i tuoi documenti d’identità a uno sconosciuto?

Categories: Security-

Phishing: Invieresti mai i tuoi documenti d’identità a uno sconosciuto?

Ti è mai capitato di ricevere email o chiamate che chiedono l’invio dei tuoi documenti d’identità per presunti aggiornamenti? O che a causa di un presunto problema con il tuo conto personale o aziendale ti chiedano di verificare le tue informazioni per evitare la sospensione dei servizi?

Queste richieste sembrano provenire da istituti finanziari, fornitori di servizi, o enti governativi e stanno diventano sempre più frequenti e molti di noi potrebbero ancora cadere vittima di queste truffe.

È allarmante scoprire che oltre il 90% di tutti gli attacchi e delle violazioni di dati andati a segno iniziano con una truffa di tipo phishing come queste.

Il phishing è un metodo utilizzato dai truffatori informatici per ottenere informazioni sensibili come password, dati finanziari e documenti d’identità, facendo leva sulla nostra fiducia e creando su un senso di urgenza.

Ma come si riconosce un attacco di phishing?

Una delle prime domande che ci poniamo di fronte a una possibile truffa di phishing è: “Come posso riconoscerla?”.

Ci sono alcuni segnali chiave a cui prestare attenzione:

  • Mancanza di informazioni sul mittente o sull’azienda.
  • Saluti o firme generici.
  • Oggetto e messaggio non corrispondenti.
  • Link sospetti o siti web non correlati.
  • Collegamenti a siti web senza senso.
  • Errori di grammatica e ortografia nei messaggi.
  • Richieste di informazioni sensibili da parte di enti ufficiali con un senso di urgenza.
  • Immagini pixelate o sfocate.
  • Minacce o richieste urgenti.
  • Offerte troppo belle per essere vere.
  • Email o allegati inattesi.
  • Assenza di comunicazione di supporto.

Passaggi utili da mettere in pratica in caso di e-mail sospetta

  1. Cerca online informazioni sul presunto mittente. Puoi anche cercare l’email esatta che hai ricevuto e vedere se altri l’hanno già etichettata come truffa.
  2. Non rispondere mai direttamente all’email originale: Utilizza un metodo di comunicazione separato, come un numero di telefono o un indirizzo email da una fattura recente, per contattare direttamente l’ente o l’azienda attraverso i canali ufficiali.
  3. Passa il mouse sui collegamenti nell’email: Verifica se l’indirizzo del collegamento ipertestuale corrisponde al dominio del sito web legittimo dell’azienda. Se non sei sicuro, digita l’URL nel browser anziché fare clic direttamente sul collegamento.
  4. Guarda il nome del file degli allegati: Valuta se erano previsti o se ne avevi bisogno. Non aprire mai un allegato inatteso o uno che termina con un’estensione che non riconosci (ad esempio, nomefile.exe quando afferma che è un documento Word).
  5. Contatta l’assistenza o il team di sicurezza: Fermati un momento e rifletti, se reputi che l’email sia sospetta segnala immediatamente l’email al team di supporto tecnico o di sicurezza per ulteriori indagini.

La difesa contro le minacce via mail

È possibile ridurre significativamente il rischio di cadere vittima di phishing e proteggere sia le informazioni personali che aziendali da potenziali minacce online attraverso la combinazione di diversi elementi:

  • Filtri anti-spam: Utilizzare filtri anti-spam può aiutare a bloccare le email sospette prima che raggiungano la casella di posta dell’utente. Questi filtri possono essere integrati in molti servizi di gestione della posta elettronica e sono un primo strumento difensivo importante.
  • Educazione e consapevolezza: L’educazione degli utenti è fondamentale. Imparare a riconoscere segnali e indicatori sospetti nelle email e nei messaggi può ridurre significativamente il rischio di cadere vittima di truffe di phishing. I dipendenti devono essere formati regolarmente su come identificare e gestire potenziali minacce di phishing.
  • Aggiornamenti software: Mantenere sempre aggiornati i propri dispositivi e software è essenziale. Le patch di sicurezza e gli aggiornamenti regolari possono correggere vulnerabilità e falle di sicurezza che potrebbero essere sfruttate dai truffatori informatici.

Essere in grado di riconoscere i segnali di phishing e sapere come rispondere a tali minacce può fare la differenza tra la sicurezza e il rischio di essere vittima di truffe online. Non abbassiamo mai la guardia e rimaniamo vigili contro queste minacce sempre crescenti nel mondo digitale di oggi.

Scopri tutti i dettagli del prodotto

Libraesva

Email Security
Gateway

Project Management Tecnico per la BlueWeek 2024
Sangfor Cyber Command - La piattaforma NDR per la sicurezza della rete

Titolo

Torna in cima